come disinstallare SpyHunter

Come disinstallare SpyHunter

Dopo aver installato un nuovo programma sul tuo computer hai notato la comparsa di SpyHunter 4 nel menu Start ed adesso vorresti sapere di cosa si tratta e soprattutto come fare per liberartene?
Hai lasciato il PC nelle mani di un amico e dopo averne ripreso il “comando” ti sei accorto della presenza di questa nuova voce tra i programmi installati e non sai come farla sparire?
Se la risposta è affermativa non devi preoccuparti, ci sono qui io pronto e ben disponibile a fornirti tutte le informazioni del caso ed a spiegarti, passaggio dopo passaggio, quali operazioni effettuare per poter disinstallare SpyHunter 4.

Prima di illustrarti cosa bisogna fare per riuscire a disinstallare SpyHunter 4 voglio però che tu comprenda per bene di che cosa stiamo parlando. Qualora non ne avessi mai sentito parlare, SpyHunter 4 viene pubblicizzato come programma antispyware, quindi come uno strumento in grado di rimuovere eventuali risorse malevole che sono andate ad insediarsi sul PC.
Tuttavia il meccanismo d’azione di SpyHunter 4 è ben diverso da quello in questione.
Infatti, nella maggior parte dei casi SpyHunter 4 effettua delle “false scansioni” del sistema mostrando all’utente degli avvisi riguardanti lo stato di salute del computer estremamente preoccupanti che tentano di indurre all’acquisto della versione a pagamento del programma in modo tale da poter rimuovere le minacce.

Chiarito ciò, se sei quindi effettivamente intenzionato a scoprire in che modo bisogna procedere per poter disinstallare SpyHunter 4 dal tuo computer, ti invito a metterti ben comodo e ad iniziare a concentrarti sulla lettura delle seguenti righe.
Tieni conto che per riuscire nell’impresa non ci vorranno pochi minuti.
Impiegherai infatti un bel po’ di tempo per effettuare tutte le operazioni che ti indicherò ma, tutto sommato, la procedura da eseguire risulta molto più semplice di quel che tu possa immaginare.
Pronto?
si? Benissimo! Allora mettiamo al bando le ciance e procediamo!

Disinstallare SpyHunter 4 “manualmente”

IMMAGINE QUI 1

Per poter disinstallare SpyHunter 4 dal computer devi rimuovere tutto ciò che risulta collegato a quest’ultimo e che è presente su Windows.
Per fare ciò, puoi affidarti all’apposita funzione di disinstallazione dei programmi annessa al Pannello di controllo del sistema operativo.
Quindi, provvedi innanzitutto a fare clic sul campo di ricerca annesso al menu Start oppure alla Start Screen (dipende dalla versione di Windows che stai utilizzando), a digitare la voce pannello di controllo ed a cliccare sul primo risultato di ricerca visualizzato.

Nella finestra che a questo punto andrà ad aprirsi sul desktop, seleziona la voce Disinstalla un programma che risulta collocata in basso a sinistra quando la visualizzazione per categoria è abilitata.
Se non riesci ad individuare la voce Disinstalla un programma, cerca il termine disinstalla nella barra di ricerca in alto a destra.

A questo punto, individua la voce SpyHunterSpyHunter 4 nell’elenco degli elementi installati sul sistema e selezionala facendoci sopra clic sinistro.
Successivamente clicca sul pulsante Distinstalla che si trova in alto a destra.
Segui quindi la procedura guidata che ti viene mostrata a schermo per poter disinstallare SpyHunter 4.

Se non riesci ad individuare SpyHunter 4 tra i programmi installati sul tuo computer non temere, non sei tu ad avere problemi di vista ma molto probabilmente è lo stesso SpyHunter 4 a non essere presente nell’elenco dei programmi installati sul PC.
Infatti, in alcuni casi effettuare la rimozione di SpyHunter 4 può essere molto difficoltoso proprio perché questo non appare nella lista dei software installati sul computer. Per far fronte alla cosa e per avviare comunque la procedura mediante cui disinstallare SpyHunter 4 dal computer, puoi passare alla lettura dello step successivo.

Microsoft Fixit

IMMAGINE QUI 2

Come ti dicevo, qualora riscontrassi dei problemi nel riuscire a trovare SpyHunter 4 tra i programmi installati sul PC puoi comunque riuscire nel tuo intento ricorrendo all’impiego di Microsoft Fixit.
Si tratta di un utility che, come facilmente intuibile dal nome, è stata resa disponibile da Microsoft stessa e grazie alla quale è possibile risolvere tuti i più comuni problemi di malfunzionamento in cui è facile incappare su Windows.

Per servirtene, procedi facendo clic qui così da collegarti subito al sito Internet di Microsoft Fixit dopodiché pigia sul pulsante Download ed attendi che la procedura di download del tool venga avviata e portata a termine.
Successivamente avvia il file MicrosoftProgram_Install_and_Uninstall.meta che è stato scaricato sul tuo PC e poi fai clic sul pulsante Avanti nella finestra che è andata ad aprirsi sul desktop.

Attendi qualche istante affinché la procedura per l’individuazione di eventuali problemi riscontrati venga avviata e portata a termine. Seleziona quindi SpyHunter dall’elenco dei programmi che ti viene mostrato e segui le indicazioni a schermo per poterne effettuare la rimozione dal tuo sistema.

Se Microsoft Fixit non riesce a trovare automaticamente SpyHunter, clicca sul bottone Rimozione in risposta alla domanda Si verificano problemi di installazione o rimozione di un programma?, verifica se presente nel nuovo elenco che ti viene proposto dopodiché selezionalo ed avvia la procedura di rimozione seguendo sempre le istruzioni a schermo.

Per concludere, accertati che accanto alla dicitura Impossibile installare o rimuovere un programma sottostante la voce Problemi trovati ci sia la voce Risolto seguita da un segno di spunta verde.
Successivamente pigia sul pulsante Chiudi strumento di risoluzione dei problemi per chiudere la finestra.

Malwarebytes Anti-Malware

IMMAGINE QUI 3

Arrivato a questo punto della guida dovresti finalmente essere riuscito a risolvere tutti i tuoi problemi.
Prima di lasciarti libero di ricominciare ad utilizzare il tuo PC come meglio credi, ti suggerisco però di procedere andando a rimuovere le eventuali tracce residue lasciate da SpyHunter 4.
Per fare ciò, puoi utilizzare Malwarebytes Anti-Malware, un programma gratuito in grado di rimuovere trojan, worm, rootkit, dialer, spyware e altri tipi di malware dal computer senza “pestare i piedi” all’antivirus.
Se ben ricordi, te ne ho parlato approfonditamente nel mio articolo su come eliminare trojan.

Procedi quindi andando a scaricare Malwarebytes Anti-Malware sul tuo PC.
Per fare ciò, clicca qui per collegarti al sito Internet ufficiale del programma ed attendi che il download venga avviato e portato a termine in maniera automatica.
Se questo non accade, clicca sul collegamento Fai clic qui.

A download completato apri il pacchetto di installazione mb3-setup–x.x.x.exe e clicca in sequenza sui pulsanti OK e Avanti >. Accetta quindi le condizioni d’uso del software, mettendo il segno di spunta accanto alla voce Accetto i termini del contratto di licenza, e concludi il setup pigiando prima su Avanti per cinque volte consecutive, poi su Installa e successivamente su Fine.
Se presente, rimuovi la spunta dall’opzione per provare Malwarebytes Pro gratis per 30 giorni.

A questo punto Malwarebytes Anti-Malware dovrebbe avviarsi in maniera automatica.
Qualora ciò non accadesse fai doppio clic sull’icona del programma che è stata aggiunta al desktop.

Al suo primo avvio, Malwarebytes Anti-Malware scaricherà da Internet il database per il riconoscimento dei malware più aggiornato.
Attendi che venga portata a termine quest’operazione e procedi con il controllo del sistema recandoti nella scheda Scansione dell’applicazione, selezionando l’opzione Ricerca elementi nocivi e cliccando sul pulsante Avvia scansione.

Alla fine della scansione (potrebbe volerci un bel po’ di tempo!), nel caso in cui venissero rilevate minacce, pigia sull’apposito pulsante visibile a schermo per debellarle tutte.
Potrebbe anche essere necessario un riavvio del sistema per completare l’operazione.

Adwcleaner

IMMAGINE QUI 4

In alternativa a Malwarebytes Anti-Malware, puoi ricorrere all’uso di Adwcleaner di cui ti ho parlato anche nella mia guida su come eliminare malware.
È piccolo e leggero ma molto efficace.
Il tool è specializzato nella rimozione dei malware e, per di più, funziona senza necessitare di alcuna installazione:
si scarica, si avvia e il gioco è fatto.

Per scaricare la versione più recente di Adwcleaner sul tuo PC, collegati al sito Internet del programma facendo clic qui e poi clicca sul pulsante Download now che si trova sulla destra.
In seguito, avvia l’eseguibile adwcleaner_xx.exe appena scaricato sul computer e clicca prima su  e poi su Accetto per accedere alla schermata iniziale del software.

Avvia quindi una scansione del sistema facendo clic sul pulsante Analizza ed attendi qualche minuto affinché la procedura venga portata a termine.
Assicurati che ci sia il segno di spunta accanto ai nomi di tutte le minacce rilevate dal programma e clicca prima su Pulisci e poi su OK per riavviare il computer, disinstallare SpyHunter 4 e cancellare tutti gli altri eventuali elementi dannosi trovati da Adwcleaner.

come aggiornare google chrome

come aggiornare Google Chrome

Se recandoti a casa di un amico hai notato che sul suo computer è installata una versione di Google Chrome diversa da quella presente sulla tua postazione multimediale, con una nuova interfaccia utente e con funzioni extra, molto probabilmente si tratta di una versione differente e più aggiornata di quella che usi tu.

Partendo dal presupposto che generalmente gli aggiornamenti di Google Chrome vengono effettuati in maniera automatica e in background ma che in alcuni casi può verificarsi qualche intoppo anche tu, attenendoti alle mie indicazioni, puoi aggiornare Google Chrome ed utilizzare la versione più aggiornata del browser di Big G.

Anche se apparentemente potrebbe sembrare il contrario aggiornare Google Chrome è in realtà un’operazione molto semplice da eseguire.
Se vuoi scoprire come fare prenditi quindi qualche minuto di tempo libero ed effettua i passaggi che ti indicherò nelle seguenti righe.

La prima cosa che devi fare per poter aggiornare Google Chrome è quella di avviare il browser Web sul tuo computer e di cliccare sul pulsante menu (quello con le tre linee orizzontali) che si trova nella parte in alto a destra della finestra. Seleziona ora la voce Informazioni su Google Chrome dal menu a tendina che compare ed attendi l’apertura della relativa scheda.

IMMAGINE QUI 1

A questo punto se ci sono nuove versioni del browser disponibili saranno scaricati immediatamente ed automaticamente tutti i file necessari per effettuare l’aggiornamento.
Sullo schermo verrà inoltre mostrato il pulsante Riavvia che dovrai pigiare per riavviare il browser e per applicare l’aggiornamento.
Oltre al pulsante Riavvia dovrebbe essere presente anche il pulsante Non adesso.
Pigia questo pulsante nel caso in cui vuoi rimandare l’aggiornamento al successivo riavvio del’applicazione.

Sappi inoltre che in alcuni casi l’icona menu presente nella finestra di Google Chrome può cambiare colore in presenza di aggiornamenti.
Quindi, se l’icona menu è di colore verde significa che c’è un aggiornamento in attesa di installazione da almeno due giorni, se è di colore arancione l’aggioranmento è disponibile da quattro giorni mentre se è di colore rosso l’aggiornamento è pronto per essere applicato da più di sette giorni.

Tieni presente che nel caso in cui il tuo computer non sia basato su Windows ma su OS X per verificare la disponibilità di aggiornamenti per Google Chrome dovrai effettuare la stessa procedura che ti ho indicato qualche riga fa. 

L’unica differenza della versione di Google Chrome per Mac rispetto a quella per Windows è rappresentata dalla presenza del pulsante Imposta aggiornamenti automatici per tutti gli utenti nella sezione Informazioni su Google Chrome.
Pigiando su questo pulsante ed immettendo la password relativa all’account utente Amministratore puoi impostare l’aggiornamento automatico del browser per tutti gli utenti di OS X.

IMMAGINE QUI 2

Nel caso in cui pur attenendoti alle mie indicazioni l’aggiornamento di Google Chrome non dovesse essere andato in porto ti suggerisco di mettere in atto un semplice e pratico stratagemma che dovrebbe risolvere la problematica:
disinstallare e reinstallare il browser.

Su Windows puoi effettuare la disisntallazione di Google Chrome accedendo al Pannello di controllo, facendo clic sulla voce Disinstalla un programma annessa alla sezione Programmi, selezionando Google Chrome dall’elenco dei software installati sul computer e facendo poi clic sul pulsante Disinstalla.

Su Mac puoi invece disinstallare Google Chrome cliccando sulla voce Vai annessa al finder e selezionando Applicazioni dal menu visualizzato.
Nella finestra che andrà ad aprirsi individua l’icona di Google Chrome e trascinala sul cestino.
Se hai aggiunto Google Chrome al dock puoi rimuovere la sua icona semplicemente trascinandola fuori.

Ricordati inoltre di rimuovere le informazioni del profilo utente di Google Chrome dal Mac.
Per fare ciò clicca sulla voce Vai presente nel finder, seleziona la voce Vai alla cartella, digita ~/Library/Google, fai clic su Vai e poi trascina la cartella GoogleSoftwareUpdate presente nella finestra visualizzata direttamente sul cestino.

IMMAGINE QUI 3

Successivamente, a prescindere dal tipo di sistema operativo in uso, clicca qui per collegarti alla pagina di download ufficiale di Google Chrome, effettua il download del browser sul tuo computer ed avviane l’installazione.
Se tutto è andato per il verso giusto dovresti ritrovarti con la versione più aggiornata di Google Chrome installata sul computer.
Per verificare che sia effettivamente così ti basta ripetere la procedura che ti ho indicato all’inizio di questa guida.

Se invece che su computer desideri aggiornare Google Chrome sul tuo dispositivo mobile la procedura da effettuare risulta totalmente diversa da quella già indicata.
Per semplificare le cose ti suggerisco di attivare gli aggiornamenti automatici sul tuo dispositivo

Per attivare gli aggiornamenti automatici su iPhone e iPad ti basta pigiare sull’icona Impostazioni presente sulla home screen, fare tap sulla voce iTunes Store e App Store portare su ON la levetta relativa all’opzione Aggiornamenti presente nella sezione Download automatici.

Per attivare gli aggiornamenti automatici su smartphone e tablet Android devi invece accedere alla sezione Impostazioni e poi pigiare sull’icona menu che si trova in alto a sinistra.
Successivamente seleziona la voce Impostazioni dalla barra che compare lateralmente e nella schermata che si apre pigiare sulla voce Aggiornamento automatico app.
Concludi la procedura scegliendo l’opzione Aggiornamento automatico app solo tramite Wi-Fi tra le scelte disponibili.

come aggiornare media player

come aggiornare media player

Dopo aver fatto visita ad un amico e dopo aver utilizzato il suo PC ti sei reso conto che la versione di Windows Media Player installata su quest’ultimo e diversa da quella che solitamente impieghi sul tuo fido computer:
presenta un’aspetto rinnovato ed offre funzionalità aggiuntive.
Vista la situazione ti piacerebbe dunque capire che fare per ottenere il medesimo risultato sulla tua postazione multimediale.
In tal caso sappi che aggiornare Media Player potrebbe essere la soluzione.
Se ti interessa capire come fare sappi che puoi contare ancora una volta su di me.

Nelle righe successive andrò infatti ad indicarti tutti i passaggi che risulta necessario effettuare per riuscire ad aggiornare Media Player e, di conseguenza, per poter usufruire di tutte le più recenti funzionalità del riproduttore multimediale di casa Windows sul tuo computer in modo semplice e senza problemi.
Come dici?
Non sei un grande esperto in informatica e temi che le operazioni da eseguire per aggiornare Media Player siano troppo complicate?
Beh, ti sbagli di grosso! Contrariamente alle apparenze aggiornare Media Player è estremamente semplice, davvero.

Chiarito ciò se sei quindi interessato a scoprire quale procedura bisogna seguire per poter aggiornare Media Player ti invito a prenderti qualche minuto di tempo libero, a metterti ben comodo ed a concentrarti attentamente sulla lettura delle mie indicazioni.
Sono certo del fatto che alla fine riuscirai nel tuo intento e che sarai anche pronto ad affermare che aggiornare il lettore multiemdiale disponibile “di serie” sui sistemi operativi Windows era in realtà un vero e proprio gioco da ragazzi.
Scommettiamo?

Nota: Per effettuare l’aggiornamento del player è necessaria una connessione ad Internet.
Prima di dare il via alla procedura mediante cui aggiornare Media Player assicurarti quindi che il computer su cui andrai ad agire risulti connesso ad una rete wireless o cablata e che quest’ultima sia inoltre effettivamente attiva e funzionante. 

A prescindere dalla versione di Windows che risulta installata sul tuo computer la procedura che bisogna effettuare per aggiornare Media Player è sempre la stessa.
Inoltre, a seconda di quelle che sono le tue preferenze ed esigenze hai la possibilità di aggiornare Media Player agendo automaticamente oppure manualmente.
Individua dunque il procedimento che ritieni possa risultarti più congeniale ed attieniti alle relative indicazioni riportate di seguito.
Qualora poi dovesse insorgere qualche problema e le indicazioni in questione non dovessero dare i risultati sperati potrai far fronte alla cosa mettendo in pratica una procedura alternativa, di fortuna.

Aggiornare Media Player automaticamente

Se ti interessa capire come fare per aggiornare Media Player in maniera automatica senza che tu debba muovere neppure un dito la prima operazione che devi effettuare è quella di avviare il player multimediale sul tuo computer.
Per fare ciò pigia sul menu Start, digita windows media player nel campo di ricerca che ti viene mostrato e poi fai clic sul primo risultato presente in elenco.

Attendi quindi qualche istante affinché la finestra del player risulti visibile sul desktop dopodiché accertati del fatto che la visualizzazione del catalogo multimediale sia abilitata ed in caso contrario provvedo ad abilitarla pigiando su Vai a Catalogo multimediale.

IMMAGINE QUI 1

Procedi ora andando a cliccare sula voce Organizza collocata nella parte in alto a sinistra della finestra visualizzata dopodiché seleziona la voce Opzioni… dal menu che ti viene mostrato.
Clicca poi sulla scheda Lettore multimediale.

IMMAGINE QUI 2

A questo punto seleziona l’opzione di intervallo desiderata per aggiornare Media Player dalla sezione Aggiornamenti automatici.
A seconda di quelle che sono le tue preferenze puoi scegliere se controllare automaticamente la disponibilità di aggiornamenti per il player multimediale di casa Microsoft una volta al giorno, una volta alla settimana oppure una volta al mese.
Per finire e dunque per applicare le modifiche apportate pigia prima sul pulsante Applica e poi su OK.

IMMAGINE QUI 3

Sappi che per impostazione predefinita Media Player controlla la disponibilità degli aggiornamenti una volta alla settimana.
Tale impostazione può essere modificata e/o anticipata in base a quelle che sono le proprie esigenze ma non può essere disabilitata del tutto.

Aggiornare Media Player manualmente

Non sei un amante degli update automatici e preferisci quindi aggiornare Media Player manualmente?
Si?
bene allora in tal caso pigia sul menu Start, digita windows media player nel campo di ricerca che ti viene mostrato e poi fai clic sul primo risultato presente in elenco.

IMMAGINE QUI 4

Adesso aspetta qualche istante affinché la finestra del player risulti visibile sul desktop dopodiché accertati del fatto che la visualizzazione del catalogo multimediale sia abilitata ed in caso contrario provvedi ad abilitarla pigiando su Vai a Catalogo multimediale.

Pigia ora sul punto interrogativo che risulta collocato nella parte in alto della finestra di Media Player dopodiché fai clic sulla voce Controlla aggiornamenti… che risulta annessa al menu che ti viene mostrato.
Se non visualizzi il punto interrogativo nella parte alta della finestra del player multimediale è perché la barra dei menu risulta disattivata.
Per abilitarla pigia sul bottone Organizza collocato in alto a sinistra, porta il cursore del mouse sula voce Layout annessa al menu che è andato ad aprirsi e poi seleziona Mostra barra dei menu.

IMMAGINE QUI 5

Adesso, se risultano disponibili degli aggiornamenti per Media Player vedrai apparire una nuova finestra sul desktop indicante la disponibilità di un update e la possibilità di effettuarne subito il download e l’installazione sul tuo computer.
Acconsenti quindi a dare il via alla procedura per aggiornare Media Player ed attieniti alle semplici indicazioni che ti vengono mostrate a schermo per portarla a termine.
A procedura di aggiornamento completata potrebbe essere necessario riavviare il computer in modo tale da poter applicare correttamente tutte le modifiche che sono state apportate allo stesso.

Se invece non risultano disponibili nuovi aggiornamenti per la versione di Media Player in uso sul tuo computer vedrai apparire una nuova finestra a schermo indicante il fatto che la versione del player multimediale installata sul è quella più aggiornata e che non ci sono update per la stessa.
Pigia quindi su OK per chiudere la finestra e riprendere l’utilizzo del programma.

IMMAGINE QUI 6

Se desideri ottenere maggiori dettagli riguardo la disponibilità di aggiornamenti e riguardo la versione più recente di Media Player per il tuo sistema operativo ti invito a consultare l’apposita sezione del sito Internet ufficiale di Microsoft a cui puoi accedere facendo clic qui.

Procedura alternativa per aggiornare Media Player

Nello sfortunato caso in cui le indicazioni per aggiornare Media Player che ti ho fornito nelle righe precedenti non si fossero rivelate efficaci, qualora fosse insorto qualche problema durante la fase di update del player o nel caso in cui fosse impossibile eseguire il procedimento per l’aggiornamento perché non riesci più a trovare il programma tra i software disponibili sul computer puoi provare a rimediare mettendo in pratica una procedura alternativa che prevede la reinstallazione del celebre player multimediale.
Per scoprire quali passaggi effettuare puoi consultare la mia guida su come scaricare Windows Media Player in cui ho provveduto a spiegarti tutto passo passo.